Giulia Delvecchio, Il trucco semi-permanente AMATO DAI VIP

La sua tecnica innovativa del trucco semi-permanente è diventata un must del mondo dello spettacolo tanto che diversi personaggi del jet-set ormai si affidano alle sue mani preziose. 

Lei è Giulia Delvecchio, cesenate doc, una delle massime esperte nella tecnica del trucco semipermanente e nella cura estetica del viso: “Sono fiera di essere romagnola – dice – sento molto le mie origini: passione e calore sono solo alcuni dei tanti aspetti che la mia terra offre. Da qualche mese ho ampliato la mia attività, inaugurando uno studio associato con dei medici, qui a Cesena”.

Che effetto fa essere riconosciuta per le proprie competenze a livello nazionale?

“Sono orgogliosa, la mia attività nell’arco degli ultimi quindici anni è cresciuta molto e vedere i risultati raggiunti mi dà tanta soddisfazione”.

Dove nasce la tua passione per il trucco semipermanente: ci descrivici la tua tecnica?

“In realtà, più che una questione di tecnica parlerei di esperienza, ovvero di come, nel tempo, anche attraverso numerosi corsi di specializzazione, abbia affinato l’esecuzione del trucco semipermanente. Gli strumenti che utilizzo sono gli stessi che tutti impieghiamo, ma è la stesura del colore e delle sfumature create che rendono il risultato finale naturale ed esteticamente molto bello da vedere”.

Non solo trucco, quali altre richiesti ricevi?

“Grazie al trucco semipermanente si può intervenire per migliorare l’aspetto di alopecie e cicatrici o infoltire sopracciglia. La mia è una clientela mista, fatta di un pubblico femminile e maschile”.

Hai progetti per il futuro?

“Ho mille idee per la testa. Più che parlare di progetti, cerco di essere sempre aggiornata e di consolidare il mio bagaglio professionale specializzandomi, in particolare, in tutto ciò che migliora l’aspetto del viso. Sono una persona creativa: quando lavoro con gli strumenti sui miei clienti, il mio braccio è sempre guidato dagli occhi. Ho sempre la consapevolezza del risultato finale che andrò a mostrare. Ecco, questa è la mia soddisfazione”.