Enogastronomia: nasce il Menu 100% Molise, progetto pilota parte da Roma

Con la riapertura dei ristoranti, grazie all’istituzione in tutta Italia della fascia gialla (in attesa della bianca) per il contenimento del Covid-19, arriva il Menu 100% Molise, con in carta piatti preparati esclusivamente con i prodotti autentici di una terra fortemente caratterizzata da tradizioni culinarie, agricole e rurali. Promotore dell’iniziativa è MoliseFood, progetto enogastronomico imprenditoriale nato con il coinvolgimento di circa 20 aziende agricole e artigiane (oggi oltre 50), in costante aumento e un paniere di prodotti di eccellenza enogastronomica e identitari della regione.  

Si prepara dunque un’estate a tutto Molise con piatti preparati, ad esempio, con prodotti quali il Burrino (Manteca), il Caciocavallo con latte 100% molisano, la ricotta al Tartufo, il Pecorino Zurrato, frutta e verdura organica, la Mozzarella di vacca, le pallotte cacio e ova, il prosciutto di cinghiale ed i tartufi freschi a scorze.  Ad aprire la strada del progetto pilota è la città di Roma (nella Capitale ad oggi sono presenti 86 ristoratori molisani e 60mila persone originarie del Molise), con MoliseFood che conferirà, con l’avvio ufficiale di una collaborazione, prodotti e specialità molisane al Ristorante “Le Virtù Molisane” (via Collina, 56) per un menu composto e realizzato dal grande Ciro Iaciancio. Domenica 30 maggio, a cena, il grande “Start”. Degustazione molisana per antipasto: torcinello, pomodori secchi, crudo di montagna, salsiccia/sopressata, topinambur, caciocavallo, pecorino, gelatina, foglie e pizza, fagioli piattelle stufati. Primi piatti: cavatelli al sugo di salsiccia; ziti al cotechino e salsiccia di fegato; spaghetti al pomodoro di Montagano, maltagliati alla cicerchia. Secondi: pampanella; pollo casareccio arrosto; degustazione salsiccia e cotechino e salsiccia fegato; filetto di manzo molisano e porcini del Matese. 

Il progetto Menu 100% Molise” di MoliseFood ha la finalità di estendersi in altre località dopo l’avvio dell’attività di promozione dei prodotti della regione, iniziato due anni fa, e che ha portato all’apertura di tre store a Roma – un quarto in dirittura di arrivo nella zona Parioli – e un punto vendita a Siviglia (Spagna).  L’attività economica ad oggi, nel confronto maggio 2020-maggio 2021, ha aumentato il giro d’affari del 340%, portando ad una previsione, per i 4 punti vendita vicina ai 2 milioni di euro di fatturato globale per l’esercizio in corso, anche grazie a una politica di franchising che ha portato all’apertura di diversi punti vendita e una possibile espansione a Parma e Bologna. Sotto il profilo commerciale, è invece stata messa a punto una linea di prodotti a brand MoliseFood che va dai pomodori in barattolo alla fagiolata, fino alla vellutata di zucca e ai fagioli borlotti. Stretta anche una collaborazione per la distribuzione dei prodotti in Europa con la “Rcf ImpExp” di Francoforte. L’azione di sviluppo del prossimo futuro prevede inoltre una maggiore espansione all’estero grazie alla collaborazione avviata con la start up “Popt” di Marco Wong, ex manager Tim e Huawei, che ha ideato una nuova piattaforma di “affiancamento all’internazionalizzazione dei territori”. 

L’idea di un ‘Menu 100% Molise’ – dichiara Francesco Caterina, direttore generale di MoliseFood – nasce dalla difficoltà di trovare nei locali una proposta autenticamente molisana e preparata con veri prodotti del territorio regionale. Con il nostro progetto di promozione enogastronomica siamo in grado di assistere e supportare chi vorrà aderire all’iniziativa di valorizzazione agroalimentare del Molise. La scelta di partire da Roma è invece motivata dal fatto che nella città è presente una importante comunità di molisani, ma intendiamo espanderci anche in altre località”.