Tv2000: torna ‘Questa è vita!’ lo show condotto da Arianna Ciampoli e Michele La Ginestra

Torna su Tv2000 lo show ‘Questa è vita!’, condotto da Arianna Ciampoli e Michele La Ginestra, in onda da mercoledì 24 marzo ore 21.40. “Questo è tempo di costruttori”, ha sottolineato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e il programma nella nuova edizione celebra proprio i costruttori della rinascita, coloro i quali soprattutto nel corso della pandemia offrono agli altri un aiuto per ricominciare. Ad accompagnare le storie, anche quest’anno, padrini e madrine d’eccezione dal mondo della musica, del giornalismo, dello spettacolo, della scrittura. Ospiti della prima puntata: Roby Facchinetti, Paolo Belli e Paola Saluzzi.

E nelle successive puntate tra gli altri Giampiero Ingrassia, Paolo Calabresi, Paolo Conticini, Barbara Alberti, Mara Maionchi, Rita Dalla Chiesa, Neri Marcorè ed Enrica Bonaccorti.

Il programma è una festa, e i festeggiati sono “i costruttori”, le donne e gli uomini che, con un’idea, un’impresa, un gesto, stanno concretamente offrendo agli altri la possibilità di ricominciare, nonostante la pandemia e la crisi economica. Perché la vita non si ferma. Ogni puntata celebra il coraggio di comuni cittadini, uomini pubblici, imprenditori, educatori ma anche pensatori e sognatori che con la loro vita indicano la strada per ripartire, anche cambiando i parametri che erano stati validi fin qui. 

La seconda edizione di ‘Questa è vita’ è un festival del coraggio di costruire, uno show che accende i riflettori su chi fa, chi si dona, chi pensa al bene di tutti. I protagonisti sono ospiti in studio, e le loro opere vengono festeggiate anche attraverso sorprese e incontri speciali. Ciascuno ha un padrino o una madrina d’eccezione – attori e attrici, cantanti, artisti, scrittori e volti della tv – e rivive la propria storia raccontata da un filmato, in cui parlano le persone a cui ha fatto del bene. 

Il plus di questa nuova edizione è il palco: luogo a disposizione di tutti gli artisti ospiti della puntata che in questo momento non hanno la possibilità di esibirsi. Largo spazio quindi a balli, cori, canzoni, pezzi di teatro, performance.

(foto di Gianluca Gasbarri)