“Etilene“, ecco il nuovo brano di Lorenza

Riflettori puntati sulla giovane cantante Lorenza Rocchiccioli di Camporgiano, che ha lanciato il singolo “Etilene“, disponibile in rotazione radiofonica e in tutti i digital store. “Etilene“ racconta di Milano, la metropoli italiana dove tutto è più frenetico e imponente e ognuno vive la propria vita, spesso indipendentemente da ciò che gli accade attorno. Abbiamo intervistato l’artista.

  • Per te la scrittura è sinonimo di sfogo o realizzazione?
    Wow ! Domanda difficilissima… premetto che Etilene nasce a 6 mani quindi… ho avuto il mio aiuto da Mattia Mitrugno e Lorenzo Moccia. Bè, scrivere mi fa sfogare e poi quando arrivi in fondo… che soddisfazione, che emozione! Ti senti realizzata e speri che i tuoi fan capiscano ciò che vuoi dire, quali sono le tue emozioni e che vorresti fortemente diventassero
    le loro.
  • L’impatto che hai avuto con Milano ti ha più spaventata o incuriosita?
    Io sono arrivata a Milano partendo da un piccolo paese di provincia, Camporgiano, e non nego quindi che all’inizio ero spaventata ho avuto paura… paura della solitudine, del fatto che non conoscevo nessuno. Ma allo stesso tempo ero consapevole, era stata una mia scelta. La curiosità infatti mi ha fatto capire dove veramente ero e sono e mi ha permessa di
    diventare l’attore protagonista di questa città. Ovvio che ho poi conosciuto persone squisite nell’Accademia MAS che frequento che ora sono parte integrante di me.
  • Quali caratteristiche vorresti avere dei tuoi riferimenti musicali?
    Come ha ben capito, la musica è la mia passione e vorrei vivere di questo… la mia musica vorrei che fosse novità, emozione e voce.
  • Cosa ti rende più orgogliosa di “Etilene”?
    Mi rende orgogliosa perché è quello che volevo raccontare, dire ai miei amici , ai ragazzi come me che spesso di fronte alle difficoltà si arrendono che bisogna lottare, tirare fuori i denti ed andare verso i nostri sogni… mi raccomando con forza ma con tanta, tanta umiltà!