Covid, Medici ospedalieri Veneto: “Decine pazienti nei pronto soccorso non registrati come ricoveri”

 “La situazione è estremamente critica e di allarme in tutti gli ospedali del Veneto. Abbiamo un aumento del 30% dei ricoveri per il covid. Abbiamo decine di pazienti in cura presso i pronto soccorso che non risultano e non sono registrati come ricoverati. Sono in attesa che si liberi un posto letto. Queste persone dunque non risultano ufficialmente ricoverate”. Lo ha detto il Segretario Veneto Anaao Assomed-medici ospedalieri, Adriano Benazzato, in un’intervista a InBlu Radio, il network delle radio cattoliche della Cei.
“Mi auguro che la Regione – ha aggiunto Benazzato – sappia che nella realtà i ricoveri in pronto soccorso sono molti di più. Perché su queste tematiche non c’è un confronto tra Regione e organizzazioni sindacali. Nel Veneto non c’è mai stata una riunione su questo. Non abbiamo relazioni sindacali sulla realtà covid”.
“La politica – ha concluso Benazzato a InBlu Radio – ha voluto consentire al Veneto questa maledetta zona gialla e questa non ci ha aiutato anzi è stata la causa determinante dell’aumento dei contagi, dei ricoveri e dei decessi. Prima della fine del 2021 non ne veniamo fuori. Le politiche che sono state adottate fino adesso sono suicide se non addirittura omicide”.