Immagine1Comunque vada sarà un successo e, in effetti, così è stato. Perché anche se Alessandro Borghi è tornato dalla cerimonia dei David 2018 a mani vuote, l’ex stuntman ha portato a casa tante emozioni e la voglia di riprovarci e continuare a mettersi la faccia… oltre al fisico. I suoi ultimi personaggi in Napoli Velata (che gli ha permesso di ottenere la candidatura come miglior attore protagonista) e in Fortunata (candidato nella categoria attore non protagonista) sono piaciuti al pubblico e questo basta. Pazienza se, mentre i due film hanno guadagnato diverse statuette, nessuna è andata a lui. L’attore ha incassato con eleganza il colpo, la stessa che ha sfoggiato con i suoi outfit. Ambassador di Gucci, per la cerimonia di presentazione dei candidati al Palazzo del Quirinale Borghi ha indossato, infatti, un completo tartan blu e nero, camicia color ghiaccio, cravatta in seta blu e celeste, scarpe stringate in pelle bicolore con dettaglio web. Per la serata di premiazione, invece, ha indossato una giacca da smoking blu con revers a lancia in raso neri, pantaloni neri con banda in raso nero, camicia da sera bianca, papillon nero in seta e scarpe stringate in pelle nera. Adesso, metabolizzata l’adrenalina della serata, Borghi è pronto alle nuove sfide che lo attendono. E’ già al lavoro per il ritorno in Suburra La Serie e prenderà parte a due nuovi film: Il Primo Re di Matteo Rovere, le cui riprese sono iniziate ormai qualche settimana e in cui l’ex stuntman vestirà i panni di Remo riportandoci alla storia della fondazione di Roma, e Sulla mia pelle, il film di Alessio Cremonini, in cui Borghi presterà il volto a Stefano Cucchi per raccontare gli ultimi sei giorni della sua vita. E, chissà, magari il prossimo anno sarà di nuovo alla cerimonia… questa volta per ritirare la meritata statuetta!

Di Sonia Russo
Credits: Ipa Agency

Immagine

Annunci