IMG_7644Questa sera MTV trasmetterà l’ultima puntata di #Riccanza 2, che anche quest’anno ha ottenuto un ottimo riscontro sul pubblico. I nostalgici, però, la prossima settimana potranno rivedere il best of del docureality che punta i riflettori sui giovani figli di papà. Com’era prevedibile, anche in questa seconda edizione Tommaso Zorzi è riuscito a conquistare un posto d’onore tra i concorrenti, merito della sua proverbiale personalità che lo sta lentamente rendendo uno dei volti più quotati tra le leve del piccolo schermo.

Dopo #Riccanza 2, infatti, il web influencer è già pronto a mettersi alla prova in una nuova avventura: dal prossimo 17 gennaio sarà in onda su Fox Life, e successivamente su TV 8, con il programma Dance Dance Dance, dove parteciperà come concorrente in coppia con l’ex Lollipop, Roberta Ruiu. “Io e Roberta siamo amici da parecchio – ci ha detto Zorzi – ma non avevamo mai trascorso tanto tempo insieme. Si è creato fra noi un rapporto ancora più forte rispetto a quello che c’era prima, perché in casi come questo o si va d’accordo o non ci si parla mai più. Io e lei siamo riusciti per fortuna a trovare un equilibrio perfetto e ho riscoperto in Roberta una persona con la quale ho la certezza di riuscire ad affrontare sfide difficili come questa”. Una sfida che il rampollo di #Riccanza affronta con grinta, pronto a mettere in mostra le sue qualità danzerecce. “Nel tempo libero mi dilettavo a ballare, ma non avevo mai studiato danza, un’arte che ora ho potuto approfondire. E’ uno dei motivi che mi hanno spinto ad accettare di partecipare alla trasmissione. Inoltre è la prima volta che partecipo a una competizione in coppia: fin da quando ero piccolo, praticando sport come il nuoto (disciplina individuale) non avevo mai condiviso un percorso con nessuno”. A proposito di spirito competitivo, però, Zorzi assicura: “Mi ritengo una persona che sa mettersi in gioco, anche se non sono competitivo fino in fondo. Diciamo che non sforo i limiti, nel senso che non sono quello a cui piace arrivare al traguardo a qualsiasi costo calpestando chiunque. Dance Dance Dance è, sì, una competizione, ma anche un gioco e rimane un programma con personaggi noti che gareggiano per ballare ma senza la presunzione di essere aspiranti ballerini e di vincere un contratto con una scuola di ballo. Questo va tenuto sempre a mente: occorre prima di tutto divertirsi”.

Di Sonia Russo

Annunci